26 settembre 2011

Ciao Sergio


Succede sempre così. Prendi un pugno, e ci metti un tot a capire.
Stavo leggendo una prefazione, e mi è arrivato un sms. "E' morto Sergio Bonelli".
 
All'inizio è solo vuoto. Poi arriva un dispiacere parecchio profondo.
Lo frequentavo solo da un paio d'anni. Uno dei fortunati che condivideva i mitici pranzi da "Ribot". Ma avevo l'impressione che mi volesse bene. Così, d'istinto. Io sicuramente si.
Era stato un vecchio juke box nel suo ufficio, a far incrociare gli sguardi.
Lo ringrazio di tante cose. E scusate se posto queste parole qui.
Simone Puoi ricevere una newsletter per ogni aggiornamento del blog, iscriverti ai nostri feed o seguirci più da vicino tramite Facebook.

1 commento:

giagentili ha detto...

Addio Sergio.
La mia vita sarebbe stata molto più povera senza i tuoi personaggi, le loro avventure, i loro stimoli alla riflessione.
Grazie per tutto quello che tu - attraverso di loro - ci hai dato.
Un abbraccio,
GG